Derivati e Swap

DERIVATI e SWAP sono:

STRUMENTI FINANZIARI COSTRUITI E STRUTTURATI DALLE BANCHE (sono prodotti che le banche creano su misura per il cliente) VENGONO UTILIZZATI PER:

  • «ASSICURARE» PRESTITI E FINANZIAMENTI CONCESSI AI PROPRI CLIENTI CORRENTISTI AZIENDALI
  • «RISTRUTTURARE» IL DEBITO AZIENDALE AI PROPRI CLIENTI CORRENTISTI

L'utilizzo fatto dal sistema bancario dei derivati ed in particolare degli swaps in Italia ( termine che significa letteralmente "scambio"), è stato del tipo "improprio". L'elemento fondamentale che ha consentito un tale utilizzo nei confronti di mote aziende e privati va ricondotto all'asimmetria informativa degli attori in gioco. In pratica la banca:

  • rispetto alla controparte ha una maggiore conoscenza del mercato e delle sue aspettative e quindi ha più possibilità di posizionarsi dalla "parte giusta del mercato". (semplificando e come se la banca sapesse quante palline bianche e quante rosse ci sono nell'urna mentre la controparte no)
  • può offrire il prodotto che meglio riflettere le proprie aspettative di mercato e condizionare le scelte della controparte
  • il margine banca può essere tale da coprire il suo "down risk" mentre riduce la possibilità per la controparte di fare utile quando le cose vanno a suo favore; in pratica trasforma lo swap in un gioco non equo in cui il cliente o ha probabilità di vincita molto bassa o il premio è insignificante; viceversa o deve pagare molto se le cose vanno in senso avverso o le probabilità che ciò accada sono molto alte.

E' fondamentale quindi, quando si affronta le problematiche relativa alla gestione del rischio, richiedere la Perizia Econometrica certificata, in grado di definire l'equità delle informazioni ed in particolare di rilevare il valore del derivato e le differenze rispetto al valore equo (Fair Value) , il profilo di rischio e quindi l'efficacia del derivato nel coprire il rischio a cui è soggetto il sottostante e quindi di svolgere la originale funzione di assicurazione.

Arrivano le prime sentenze sui derivati. Oggi le Banche sono più disposte a trovare un accordo. Il punto di partenza è una valutazione tecnica che evidenzi la disparità d'informazione tra cliente e banca e le caratteristiche specifiche in termini di utili e perdite potenziali di quel derivato.

RICHIEDI SUBITO UNA CONSULENZA GRATUITA (nulla verrà trattato per e-mail, la tua richiesta farà si che verrai rapidamente contattato da un consulente con il quale potrai relazionarti in modo personale e diretto per avere informazioni)